Benvenuto su Spray Antiaggressione!
€ 4,90 costo fisso di trasporto
Consegna gratuita per ordini a partire da € 79,90
Richiedi aiuto Hai bisogno di aiuto?
x
Scegli come possiamo aiutarti
telefono

Al telefono

Contattaci telefonicamente al numero 080 885 33 00 e un nostro operatore ti aiuterà nei tuoi acquisti o ti fornirà le informazioni di cui necessiti.
email

Via email

Inviaci una email all'indirizzo info@sprayantiaggressione.it. Un nostro operatore ti risponderà alle tue richieste nel più breve tempo possibile.
whatsapp

Su WhatsApp

Scrivici sulla chat di WhatsApp al numero 371 316 36 91 e un nostro operatore sarà in livechat con te per fornirti tutte le informazioni di cui necessiti.
Cerca
Filtri
RSS

Messaggio di "2016" settembre

Blog Spray antiaggressione
Volare con lo spray al peperoncino nel bagaglio, le ultime novità

Il tema di viaggiare in aereo con lo spray peperoncino era stato già affrontato precedentemente in questo blog, considerata la sua estrema attualità e la poca chiarezza dei viaggiatori sulla questione. Nella trattazione dell’argomento avevamo cercato di fugare più dubbi possibili sull’opportunità di portare con sé questo prodotto a bordo dell’aeromobile, citando una fonte autorevole e competente in materia di voli civili, ovvero il sito dell’Enac, l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile.

In quella occasione avevamo già evidenziato tutte le restrizioni relative alla trasportabilità di una bomboletta spray in aereo, precisando come l’Enac avesse già provveduto a classificarlo come un prodotto stordente e quindi in grado di arrecare danni alla persona, seppur temporanei. Questo bastava a determinare il divieto di portarselo in cabina durante il viaggio. Tuttavia, al viaggiatore non veniva privata la possibilità di imbarcarlo in stiva all’interno del bagaglio registrato.

Ad ogni modo, era stato anche sottolineato il fatto che gli scenari normativi sarebbero potuti presto cambiare alla luce dei tristi episodi di terrorismo internazionale, che molto spesso hanno visto coinvolti proprio i mezzi di trasporto. Episodi che, purtroppo, hanno continuato a perpetrarsi anche nei mesi precedenti colpendo luoghi strategici e affollati, facendo salire drasticamente il livello di allerta nelle città europee e del mondo. L’impegno profuso dei governi dei più importanti Paesi in tal senso, ha difatti inasprito i controlli da parte delle autorità, dando luogo a una serie di limitazioni in materia di viaggi e ordine pubblico.

 

Spray peperoncino in bagaglio

 

La soglia di massima allerta scattata questa estate anche in Italia nei principali porti e aeroporti, con controlli più accurati e capillari su mezzi e persone, fa parte dell’insieme di misure pensate proprio per garantire condizioni di sicurezza più elevate. Un cambiamento al quale hanno dovuto adattarsi tutte le compagnie aeree e le stesse autorità dell’aviazione civile, Enac in primis, chiamata a rivedere alcuni parametri dei diritti dei passeggeri. Tra le novità da menzionare c’è appunto quella che riguarda da vicino la possibilità di viaggiare in aereo con lo spray urticante al peperoncino. E qui non mancano certo le limitazioni, perché la facoltà di imbarcarsi con tale prodotto non è riconosciuta in alcun modo, né in cabina, né in stiva, cosa quest’ultima realizzabile fino a pochi mesi fa.

A dimostrazione di quanto detto basta consultare la sezione “Diritti dei Passeggeri” del sito dell’Enac, uno spazio molto utile che ci consente anche di conoscere tutti gli altri prodotti per i quali si applica il divieto d’imbarco.

 

Alessandro Farucci

 

Commenti (0)