Benvenuto su Spray Antiaggressione!
€ 4,90 costo fisso di trasporto
Consegna gratuita per ordini a partire da € 79,90
Richiedi aiuto Hai bisogno di aiuto?
COMUNICAZIONE IMPORTANTE!
A causa dell'emergenza che stiamo attraversando, le spedizioni potrebbero subire dei ritardi nella consegna.
Il tema sicurezza richiede tempo: per chi prepara gli ordini e per chi li consegna.
Facciamo il possibile, in condizioni difficili!
Ci scusiamo per il disagio e vi rigraziamo per la comprensione!

#andràtuttobene
Cerca
Filtri
RSS

Blog

Blog Spray antiaggressione
Donne e lockdown: il dramma “fantasma” della violenza domestica

Il lockdown delle ultime settimane imposto dall’emergenza sanitaria non ha avuto solo ripercussioni economiche e sociali. L’obbligo di restare in casa e le limitazioni agli spostamenti, infatti, non hanno mai fermato un fenomeno che, di contro, ha continuato a mietere vittime nel silenzio più assordante: quello della violenza sulle donne. In tutto questo periodo di isolamento migliaia di donne hanno continuato a subire violenze di ogni tipo all’interno delle proprie abitazioni, coabitando con il proprio aguzzino e senza la possibilità di accedere a un centro antiviolenza o di difendersi, magari con uno spray antiaggressione.

 

Nonostante fosse rimasto attivo il numero verde antiviolenza 1522 e le App per chiedere aiuto non abbiano mai smesso di funzionare, in realtà le possibilità di ricevere soccorso sono state molto ridotte. Insomma, la casa concepita come luogo di protezione si è trasformata in un carcere in cui tantissime donne hanno continuato a subire maltrattamenti e violenze dai rispettivi partner.

 

violenza domestica delle donne e spray peperoncino

 

A dimostrazione di quanto affermato ci sono gli studi: secondo quello condotto da UNFPA – l’Agenzia delle Nazioni Unite che si occupa di fare indagini sulle popolazioni - quest’anno potrebbero essere 15 milioni in più i casi di violenza domestica, con la percentuale di femminicidi salita al 20% nei primi tre mesi di confinamento in tutti i 193 Stati membri delle Nazioni Unite. Numeri che raddoppierebbero nel caso in cui l’isolamento dovesse durare 6 mesi.

 

Violenza fisiche, sessuali, psicologiche non conoscono purtroppo il Covid-19 e le donne sono sempre più costrette a combattere da sole una battaglia dura e in grado di lasciare ferite profonde. Il ricorso a tecniche di difesa personale o a uno strumento efficace come lo spray al peperoncino da solo non basta, perché servono misure urgenti da parte delle istituzioni affinché il dramma della violenza femminile all’interno delle proprie mura non diventi un’emergenza nell’emergenza.

 

A.F.

Commenti (0)
Difesa personale: l’emergenza Covid-19 non ferma il pericolo aggressioni

L’emergenza sanitaria che ha colpito pesantemente il nostro Paese non basta a fermare del tutto il rischio di subire attacchi e violenze alla propria persona. Nonostante il divieto assoluto di uscire di casa (se non per estrema necessità) imposto dalle norme anti Coronavirus, gli episodi di criminalità nelle nostre città deserte continuano a perpetrarsi. E protagonista è ancora una volta lo spray peperoncino, nel bene e nel male.

Il tragico quadro sanitario, alimentato dalle limitazioni imposte alle libertà personali e dalle incertezze economiche del futuro, stanno generando un clima di tensione sociale ancora più pesante. Eclatante è il caso (riportato da Il Giornale) di un’aggressione da parte di un trans di origine brasiliana all’esterno di un supermercato di Piacenza, il quale non solo non ha rispettato l’obbligo di distanziamento sociale tra le persone in coda per entrare, ma ha addirittura aggredito con veemenza l’addetto alla sicurezza. Sotto il completo effetto dell’alcol e insieme al suo compagno, l’aggressore non ha risparmiato insulti, pugni e minacce nemmeno agli agenti di polizia intervenuti sul posto, i quali sono stati costretti a fermarlo con lo spray OC.

 

Aggressioni fuori supermercati: difendersi con lo spray peperoncino

 

In realtà, quello delle aggressioni al di fuori dei supermercati è un fenomeno dilagante in tutta la penisola, specie al Sud, che merita di essere valutato e monitorato con attenzione dalle autorità di pubblica sicurezza.

Sempre in Emilia-Romagna, una delle regioni più colpite dall’emergenza Coronavirus, un altro episodio di violenza a Ravenna (riportato dal Corriere Romagna). Protagonista una donna di 46 anni, che sarebbe stata vittima di violenza sessuale mentre tornava a casa dal lavoro da parte di un ragazzo tunisino di 15 anni in possesso di spray urticante, la cui legalità rimane incerta. A inchiodarlo, le telecamere di videosorveglianza presenti nella zona.

Nonostante il periodo di isolamento obbligato dei cittadini a causa dell’emergenza sanitaria abbia abbassato notevolmente la percentuale dei reati in Italia, il pericolo di subire violenze, soprusi, rapine ecc rimane dunque concreto nelle nostre seppur svuotate città. Un pericolo alimentato dal disagio, dalla disperazione e, in molti casi, dalla povertà di migliaia di nostri connazionali.

 

A.F.

Commenti (0)
“PRONTA DIFESA”: Sprayantiaggressione.it presenta il primo spray peperoncino made in Italy

Un prodotto estremamente efficace, compatto, ma soprattutto 100% italiano: l’Italia entra ufficialmente a far parte del comparto produzione spray peperoncino con PRONTA DIFESA, uno strumento di autodifesa interamente progettato e realizzato nel nostro Paese e disponibile solo su Sprayantiaggressione.it.

Partiamo subito da un presupposto importante, e cioè la legalità. Questo spray OC, infatti, è stato fabbricato seguendo rigorosamente i criteri imposti dal D.M. 103/2011, su tutti le indicazioni di sicurezza presenti su scatola e flacone in lingua italiana, e la confezione sigillata. Abbiamo spesso sottolineato l’importanza della conformità di tali prodotti alle disposizioni di legge vigenti in materia di sicurezza delle sostanze impiegate nella loro produzione e al loro utilizzo. Il rischio che si corre in rete, infatti, è quello di acquistare prodotti apparentemente uguali tra loro, ma in realtà destinati a paesi diversi da quello italiano e quindi totalmente illegali per il nostro ordinamento: un'incognita praticamente inesistente se si acquista spray urticante PRONTA DIFESA.

nuovo spray peperoncino su Sprayantiaggressione.it: PRONTA DIFESA

 

Efficace contro persone e animali, questo spray OC ha un getto conico con gittata di 3 metri in grado di provocare disagi temporanei all’aggressore come chiusura parziale di occhi e delle vie respiratorie. Le sue ridotte dimensioni ne consentono un facile trasporto e un utilizzo immediato in caso di necessità. PRONTA DIFESA, inoltre, è disponibile nella sua unica versione bianca e non è ricaricabile.

Qualità e sicurezza italiana ad un prezzo conveniente: un binomio perfetto che puoi trovare però solo su Sprayantiaggressione,it, l’unico e-commerce dedicato alla vendita di spray urticanti al peperoncino in cui è possibile acquistarlo.

Commenti (0)
Aggressione al 118 nel barese, l’operatrice: “Mi difendo da sola con lo spray peperoncino”

Tentare di salvare vite umane e rischiare di perdere la propria: è con questo paradosso che gli operatori del 118 di tutta Italia, alla stregua del personale negli ospedali, sono costretti a convivere durante l’orario di servizio. Un fenomeno dilagante, al punto che sono tanti i medici e gli infermieri che decidono di dotarsi di spray antiaggressione.

Ed è proprio quello che ha deciso di fare un’operatrice del 118 di Adelfia, cittadina nel barese dove pochi giorni fa un uomo di circa 40 anni ha aggredito l’equipaggio minacciando di tagliare loro la gola. A scatenare la sua ira, un malore che ha colpito sua madre mentre si trovava all’interno di una farmacia: tanto è bastato all’uomo a raggiungere la vicina postazione dei sanitari e inveire con brutalità contro ambulanze ed equipaggio, in uscita per un intervento da codice giallo in un paese limitrofo.

 

operatori del 118 che decidono di difendersi con lo spray peperoncino

 

Il gesto disperato dello squilibrato, ha costretto il personale del 118 a chiamare le forze dell’ordine e la centrale operativa per inviare un’altra ambulanza per il soccorso precedentemente segnalato. E nonostante gli accertamenti fatti sull’anziana madre avessero scongiurato allarmismi e preoccupazioni, l’uomo ha continuato a minacciare e a maltrattare gli operatori fino a quando l’arrivo dei carabinieri ha riportato la calma.

“Ho deciso di difendermi da sola e portare con me uno spray peperoncino perché siamo stanchi di subire continue aggressioni mentre nessuno fa nulla”. Questo il commento di un’operatrice, che ha denunciato ancora una volta l’immobilismo da parte delle istituzioni su un fenomeno troppo spesso sottovalutato.

Commenti (0)
Pepper gun GD-105: disponibili su Sprayantiaggressione.it fondina e Laser micro JS-Tactical

Dopo il lancio della pistola peperoncino Glock GD-105, Sprayantiaggressione.it ha deciso di rendere ancora più professionale la difesa personale dei suoi visitatori con due utilissimi accessori che ampliano ulteriormente l’offerta di questo strepitoso prodotto: la fondina e il laser micro JS-Tactical.

La Fondina JS-Tactical è il modo più sicuro, semplice e professionale per il trasporto della tua GD-105. Realizzata in materiale polimerico e proposta nella versione nera, questa fondina è di livello 2 per posto manifesto, perfettamente compatibile anche con il modello Glock 17. Dotata di piattaforma Paddle per collegarla e di passante per il fissaggio al cinturone, essa non è solo qualità ma soprattutto praticità: sganciarla in un istante è facile grazie al pulsante posto sul suo lato. La resistenza di pull-up e l’angolo di trazione, inoltre, possono essere regolati singolarmente tramite vite, a seconda delle proprie esigenze.

Fondina Pepper Gun GD-105                                                                                                               Pepper Gun GD-105 laser micro JS-Tactical

Oltre alla comodità, altrettanto importante è la sicurezza di centrare il bersaglio. È qui che entra in gioco il Laser micro JS-Tactical, il dispositivo di puntamento laser di livello II (<1mW) che si applica sulla slitta picatinny, anch’esso perfettamente compatibile con la pepper gun GD-105. Le dimensioni ridotte non impediscono di ottenere performance altamente professionali. Questo laser, infatti, estremamente resistente in quanto costruito in metallo, è in grado di garantire una mira a notevole distanza in virtù di un raggio di colore rosso maggiore di 100 metri con accensione a bottone. Nella versione nera, il laser è proposto insieme alle chiavi di montaggio e di regolazione e a 3 batterie LR41.

Due strumenti importanti che rendono ancor più professionale la tua pepper gun GD-105 per chi ne è già in possesso; ma per chi non lo fosse e volesse acquistarla, allora la scelta migliore potrebbe essere quella di acquistarne una con laser JS-Tactical e Fondina già incluse, sempre ad un prezzo vantaggioso. Visita il sito!

Commenti (0)
Pistola al peperoncino GLOCK GD-105: la tua sicurezza non è mai stata così professionale

Da oggi la gamma di spray peperoncino disponibile su Sprayantiaggressione.it si arricchisce di un ulteriore articolo davvero speciale nella sua categoria: pistola al peperoncino GLOCK GD-105. Prodotta in Israele da Geisler Defence, questo strumento di autodifesa è indubbiamente tra quelli più avanzati presenti sul mercato in virtù di specifiche tecniche sofisticate e parametri di sicurezza avanzati.

Realizzata in polimero antiurto durevole nel tempo e disponibile nella sua unica versione nera, è la copia fedele della famosa Glock 17. Sintesi perfetta di leggerezza, compattezza, elevata affidabilità e precisione, questa pistola OC è in grado di sparare fino a 12 colpi o un unico colpo continuo in base alle proprie necessità, nebulizzando con estrema velocità un potente spray al capsicum in grado di rendere completamente inoffensivo l’aggressore nel giro di pochi secondi.

Pistola al peperoncino professionale GLOCK GD-105

Come tutta la linea di prodotti presenti su Sprayantiaggressione.it, anche Glock GD-105 è a base naturale, ovvero olio estratto dalla distillazione del peperoncino rosso (10% Oleoresin Capsicum con percentuale di capsaicina pari al 1,5% e 90% soluzione inerte) e non contiene sostanze infiammabili, cancerogene e corrosive, né aggressivi chimici.

Efficacia e affidabilità non sono le uniche prerogative di questo prodotto, perché importante è anche la praticità. L’impugnatura e il sistema di mire perfettamente identiche a una vera pistola, infatti, consentono di centrare il bersaglio con estrema facilità e precisione rispetto a qualsiasi altro spray OC presente sul mercato. Non solo: le sue dimensioni simili a una Glock le consentono di adattarsi a qualsiasi fondina. La slitta Picatinny superiore, inoltre, permette il montaggio di accessori aggiuntivi come torce e puntatori laser.

Sprayantiaggressione.it propone la pistola peperoncino GLOCK GD-105 in un comodo cofanetto comprendente nr. 2 ricariche OC al peperoncino e nr. 1 ricarica inerte da addestramento. Accessori e singole ricariche saranno presto disponibili sul nostro negozio online. Vieni a scoprire ulteriori dettagli sul prodotto nella pagina del sito ad esso dedicato.

Commenti (0)
Difesa femminile, Emma Marrone confessa: “Lo spray peperoncino sempre con me”

Personaggio molto apprezzato nel panorama musicale italiano e alle prese con il suo nuovo album (Fortuna ndr) che sta già riscuotendo un enorme successo, Emma Marrone si è raccontata alla trasmissione Le Iene con un’intervista in cui si è parlato di tutto: la sua lotta personale alla malattia che l’ha colpita di recente, il rapporto con i suoi colleghi e addirittura di spray antiaggressione.

Anzitutto la malattia, un mostro contro il quale la cantante pugliese sta lottando da 10 anni e che fa paura, ma che non le ha impedito di rialzarsi con maggiore forza e determinazione con il pensiero di vivere la propria vita al meglio tutti i giorni. Un mostro che si riesce a sconfiggere soprattutto grazie alla prevenzione. Emma ha poi parlato del rapporto con i suoi colleghi e di una presunta rivalità che almeno dal suo punto di vista non viene vissuta con sentimenti di rancore o invidia.

 

Emma Marrone confessa di portare sempre con sé uno spray peperoncino

 

Ma nel corso dell’intervista rilasciata alle Iene si è parlato soprattutto di haters e del suo essere un personaggio molto bersagliato sui social per alcune sue idee e posizioni politiche che le sono costate tantissime minacce e beceri auspici di morte per il cancro. Messaggi che l’hanno fatta arrabbiare e non poco, perché ci sono persone che muoiono veramente per questa malattia.

Altro argomento importante trattato è stato lo stalking. L’ex vincitrice di Amici ha raccontato di aver avuto brutte esperienze a riguardo e che si sente sicura portando sempre nella sua borsa uno spray peperoncino per potersi difendere in caso di necessità, senza rinunciare al coraggio e alle persone più vicine.

Commenti (0)
Donna si difende con spray peperoncino ma non funziona. Occhio a dove si acquista

Tenta di difendersi dall’ennesima aggressione violenta del marito, ma lo spray antiaggressione di cui era in possesso non funziona mandando in escandescenza l’aggressore. Non è una fake news ma un vero fatto di cronaca avvenuto poco più di un mese fa a Modena. Protagonisti una donna dell’Est Europa di 43 anni e suo marito turco di 50 anni, padre di uno dei suoi due figli e figura già nota alle forze dell’ordine per i continui maltrattamenti nei confronti della donna e per aver minacciato recentemente di darsi fuoco davanti alla caserma della città emiliana per una presunta denuncia negata.

 

E proprio quest’ultimo episodio, oltre a rappresentare l’ennesima vicenda di paura per lei e i suoi figli, ha assunto i connotati della beffa, perché nel momento in cui la donna ha cercato di difendersi con lo spray di cui era dotata, è arrivata l’amara sorpresa: dal dispositivo non è uscita la classica miscela a base di OC ma un innocuo liquido di colore rosso. Risultato? L’ira dell’uomo è diventata  incontenibile, e solo la freddezza della vittima, tempestiva nel chiamare il 112, è riuscita ad evitare il peggio. L’arrivo dei militari, minacciati anch’essi di morte, ha poi consentito di arrestare l’uomo e di far scattare la procedura prevista dal Codice Rosso, grazie alla quale la donna si trova ora in un centro antiviolenza in tutta sicurezza.

 

Donna si difende con uno spray peperoncino fasullo

 

L’episodio di cronaca narrato dimostra ancora una volta l’importanza di saper scegliere bene quando si acquista uno spray OC. In un mercato ormai saturo, dove in molti propongono in vendita questo tipo di articolo, è proprio l’affidabilità l’elemento da ricercare. Spesso e volentieri abbiamo sottolineato l’inattendibilità di molti prodotti, la cui provenienza, efficacia e qualità sono obiettivamente poco chiari, e dei quali a colpire in molti casi è proprio la convenienza del prezzo di vendita.

 

Nel caso appena citato, è molto probabile che l’acquisto da parte della donna sia avvenuto su un sito in cui i prodotti non rispettano i requisiti di legge previsti dal D.M 103/2011. Pertanto, diventa fondamentale prestare attenzione a dove si acquista uno spray urticante, indagando sulla serietà di chi lo propone, sulle sue caratteristiche tecniche e su chi lo produce, perché in caso contrario il rischio non è solo quello di arrecare danni permanenti alla persona, ma anche quello di fare cilecca e subire l’aggressione del malintenzionato con maggiore veemenza.

 

A.F.

Commenti (0)
Sicurezza: FSP Polizia rivendica maggiori strumenti, tra cui gli spray antiaggressione

Sempre più pericoloso, bistrattato e poco riconosciuto: descrive in questo modo il lavoro di agenti della sicurezza e forze dell’ordine Fsp Polizia – Federazione Sindacale di Polizia – che chiede a gran voce maggiori strumenti tecnico-operativi tra cui gli spray antiaggressione, nonché misure normative in grado di tutelare più efficacemente l’incolumità di chi ogni giorno è impegnato a garantire libertà e sicurezza al paese.

Ciononostante, il lavoro svolto da centinaia di agenti di polizia produce risultati sempre migliori. A dirlo sono i dati del Dossier Viminale, resi noti nella tradizionale conferenza stampa di ferragosto, che dimostrano come in Italia c’è stato un calo generale dei reati nell’ultimo anno, contrariamente al numero di morti e feriti tra le forze dell’ordine che è invece cresciuto. Prendendo in esame il periodo 1° agosto 2018 – 31 luglio 2019, i dati confermano che, in tema di manifestazioni, a fronte di una diminuzione del 10,3% del totale dei cortei (passati da 11.824 a 10.609) si è avuto un aumento di quelli in cui si sono registrati feriti tra le forze dell’ordine (passati da 184 a 210, e cioè +14,1%).

 

Fsp Polizia chiede più strumenti operativi tra cui taser e spray al peperoncinoe

 

Insomma, migliora il rendimento del lavoro degli agenti di polizia ma non le condizioni normative, economiche ed operative. Chi non è più disposto ad accettare questa situazione è il Segretario Generale FSP Polizia di Stato – Valter Mazzetti – il quale ha sottolineato come quello dei professionisti della sicurezza è un lavoro ancora maltrattato, non adeguatamente riconosciuto dal punto di vista economico ed assistenziale e, soprattutto, poco rispettato.

All’atteggiamento di odio verso le forze dell’ordine bisogna aggiungere – secondo Mazzetti – il mancato rinnovo del contratto di lavoro e leggi che tutelino non solo l’integrità fisica dei poliziotti ma anche la stessa istituzione che rappresentano. Ma ancor più inaccettabile è la carenza di strumenti di difesa cosidetti “minimali” come taser, spray al peperoncino e telecamere sulle divise.

 

Alessandro Farucci

Commenti (0)
Difendersi con lo spray peperoncino: quando a farlo (e con successo) sono gli anziani

Spesso soli e in condizioni di salute precarie, gli anziani sono in tantissimi casi vittime di aggressioni, truffe e bullismo sia in casa che in luoghi pubblici e aperti. Ed è proprio la solitudine a renderli fragili e vulnerabili, diventando così facili prede per malintenzionati e malviventi. Imparare a difendersi è un’assoluta necessità per questo tipo di persone, ed è anche a loro che uno strumento valido di autodifesa come lo spray antiaggressione si rivolge.

 Ma per fortuna, in Italia, c’è chi anche alla terza età ha compreso la duttilità di questo prodotto e ha imparato bene ad usarlo in caso di minaccia per la propria incolumità. Un episodio di cronaca di qualche settimana fa, ricostruito dalla Polizia di Stato e raccontato dalle più importanti testate giornalistiche, ha fatto il giro del web destando curiosità e ammirazione. E il protagonista è proprio un anziano.

 

Anziano di 80 anni usa spray peperoncino contro aggressore

 

Alle ore 3:30 di una calda notte di inizio giugno a Milano, un uomo di 81 anni in attesa del bus in Piazzale Susa, è stato minacciato con un coltellino da uno sconosciuto (probabilmente dell’est Europa) con il chiaro obiettivo di farsi consegnare tutto il contante che aveva in tasca. Ma con ogni probabilità il malvivente aveva sottovalutato il carisma e la forza d’animo della vittima, brava a capire sin da subito la pericolosità della situazione: l’anziano ha infatti reagito prontamente sfilando dalla tasca lo spray al peperoncino con velocità e spruzzando il suo contenuto nei confronti dell’aggressore, costretto a fuggire.

Insomma, solo la prontezza e la caparbietà del signore hanno consentito di trasformare questa brutta vicenda in un tentativo di rapina per fortuna senza drastiche conseguenze. L’episodio di cronaca, pur rappresentando un’eccezione, dimostra come questo prodotto sia effettivamente alla portata di soggetti la cui prontezza di riflessi è certamente non paragonabile a quella di persone più giovani. Proprio per questa ragione, uno strumento così facile da utilizzare e allo stesso tempo efficace, potrebbe essere una grande ancora di salvezza per migliaia di anziani che vivono da soli nelle nostre città.

 

A. F.

Commenti (0)